sabato 19 settembre 2020


Ultimissime:


Sport
giovedì, 27  agosto 2020



08:00:00
Barletta 1922, è apparso in cielo un arcobaleno di colore “biancorosso”
La tifoseria di fede biancorossa sembra essere tornata a sorridere



opo cinque anni di purgatorio, il 4 ottobre finalmente prende il via il campionato d’Eccellenza Pugliese e con esso la corazzata Barletta. Per la prima volta i biancorossi di Mister Farina partono da favoriti. Il pronostico che tecnici e addetti ai lavori hanno espresso nelle settimane precedenti non ha lasciato spazio a discussioni. Per tutti il Barletta è stata la squadra che si è mossa con tempismo sul mercato e ha allestito la rosa più completa del torneo. Se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo può dormire sonni tranquilli.

Le buone impressioni sono state confermate dalle prime due amichevoli, giocate la prima contro i dilettanti del U.S.D. Olimpia Bitonto e vinta dalla squadra del Presidente Mario Dimiccoli per 13-0, la seconda a Molfetta  contro la locale squadra, il Molfetta Calcio, militante nel prossimo campionato di Serie D. E anche il più impegnativo incontro è stato favorevole ai biancorossi barlettani che si sono aggiudicati l’incontro per 1-0 con rete dell’ex molfettese Vito Morra, un attaccante che non sembra aver mai perso il vizio del gol. Nel corso del match  si è ammirato un Barletta molto equilibrato, con poche sbavature in difesa. Ma è a centrocampo che si è vista nettamente la mano del nuovo Tecnico Farina: la linea mediana ha continuamente garantito un efficace filtro tra difesa e attacco. Eppure l’allenatore casertano sembra voler gettare acqua sul fuoco non stancandosi mai di predicare prudenza e umiltà. Nell’arco dell’intero campionato, sia sul terreno di gioco del “San Savino” di Canosa, che sarà il nostro fortino domenicale per l’autunno, sia durante le trasferte in terra “straniera” saranno tutte battaglie.

Ecco perché bisogna mantere i piedi per terra perché il pericolo è sempre dietro l’angolo. Infine la tifoseria di fede biancorossa sembra essere tornata a sorridere con entusiasmo come ai vecchi tempi: al cielo hanno intravisto un arcobaleno di colore biancorosso, un segno che infonde nuova fiducia a una intera città delusa e disamorata da troppo tempo. E se gli abbonamenti fin qui sottoscritti sembrano pochi, non credo ci sia da preoccuparsi. Conosco troppo bene la tifoseria barlettana: è alla vigilia del campionato che tutti correranno al botteghino della sede sociale.                                               
Sempre forza Barletta con cuore biancorosso. 
 


Umberto Casale



calcio casale sport







Accadde oggi, 57 anni fa il “sogno” di Martin Luther King

Aiuti imprese Covid-19, Mennea: «Fondi terminati, fare di tutto per rimpinguare la dotazione»