domenica 27 novembre 2022




Ultimissime:


Attualita
martedė, 4  ottobre 2022



12:30:00
“Un raga per la sera”: a Barletta una giornata dedicata alla musica indiana
Protagonista al Paolillo Ricchizzi che da oltre 30 anni ha fondato in Umbria “Saraswati House”



Appuntamento di grande rilievo internazionale sabato 8 ottobre alla Multisala Paolillo di Barletta. “Un raga per la sera” si traduce in una giornata dedicata alla musica indiana con la partecipazione di un protagonista straordinario che da oltre 30 anni ha fondato in Umbria “Saraswati House” l’unico Centro di Musica Indiana in Italia nel quale si svolgono indimenticabili concerti e seminari con prestigiosi artisti.

È nato a Barletta, Gianni Ricchizzi, nel 1985 ha conseguito il diploma di Maestro di Sitar all’Università Indù di Banares ricevendo il Premio “O. Thakur” per aver ottenuto la votazione più alta tra i candidati al Master della durata di otto anni. Nella sua lunga permanenza in India ha anche appreso le basi di altri antichi strumenti a corde come la Rudra Vina, la Vicitra Vina, il Surbahar, il Santoor, il Tanpura e la Chitarra Indiana.
Risale al 1981 il suo primo concerto a New Delhi. Nel 1982 ha ricevuto il titolo onorifico di “Vadya Kala Joti” – “Giovane Luce della Musica” dallo Sivananda Ashram di Rishikesh.

Fino al 2011, è stato il primo in Italia, ad insegnare Sitar in un corso accademico di cinque anni (con laurea finale) presso il Conservatorio di Vicenza. A febbraio del 2015 gli è stata tributata la medaglia d’oro come miglior musicista al Festival “Dhurapad Mela” di Varanasi: unico europeo, nella circostanza, a ricevere il Premio alla Carriera “Lifetime Dhrupad Seva”. Sempre nel 2015 è stato pubblicato e presentato all’Ambasciata dell’India a Roma il suo libro “108 Raga Mala – Benares e la musica classica del Nord India” (Edizioni Artemide).

Dal 1987 ha partecipato a numerose trasmissioni e rubriche televisive in Rai e in emittenti private (TeleRegione, TeleBasilicata, Canale 21, TeleLazio e altre).
È del 1995 il suo primo cd per l’etichetta inglese Nimbus Records. Un cammino in crescendo con varie case discografiche.

Gianni Ricchizzi ha composto e registrato le basi musicali di “Italiani in India” trasmesso su Rai 2, “Un libro un amico” su Rai 1, lo sceneggiato “Sandokan 5” oltre al film “Natale in India” nel 2003 e nel 2004 i brani per il documentario su Madre Teresa di Calcutta con il M° Luis Bacalov.
La “Stanza della musica” di Radio 3 gli ha dedicato un intero programma ed una intervista a novembre del 2004
.
Nel 2009 c’è stata la collaborazione con il cantautore Sergio Cammariere per l’incisione di “Carovane” suonando Sitar e Tanpura.

Ricchizzi si è esibito presso l’Ambasciata Indiana a Roma, in Germania, in Francia, in Svizzera e in numerose manifestazioni internazionali collaborando con i più famosi musicisti e ballerini indiani nei loro tour europei. Degni di nota lo spettacolo di poesia di Roberto Cinieri al Parco della Musica di Roma, il Concerto al Campidoglio per la Giornata Internazionale dello Yoga il 21 giugno 2018.
Un curriculum prestigioso per un personaggio davvero singolare che torna a Barletta per un appuntamento imperdibile.

“Un raga per la sera” in calendario alla Multisala Paolillo sabato 8 ottobre prevede alle ore 11.30 l’incontro (ingresso libero) con i Maestri Gianni Ricchizzi e Manish Madankar per conoscere meglio gli strumenti sitar e tabla e altri particolari legati allo studio di suoni e composizioni varie che abbracciano tradizioni e diversi millenni.

Alle ore 19.30 in programma il Concerto dei Maestri Gianni Ricchizzi (Sitar) e Manish Madankar (Tabla) in un meraviglioso clima ascetico, di raccoglimento poetico e di incantevole riflessione.
Per prenotazioni relative al concerto www.cinemapaolillo.it
 


Redazione



MUSICA







Il sindaco annuncia che revocherà l'incarico all'amministratore Bar.S.A. Cianci

Revoca incarico di amministratore unico Bar.s.a per Cianci: l'annuncio del sindaco