martedì 29 novembre 2022




Ultimissime:


Attualita
venerdì, 22  aprile 2022



08:30:00
La ribellione gentile di Barletta nel nome di Claudio Lasala: sabato l'evento
Alle 23 è previsto un sentito momento di raccoglimento, si invita tutta la cittadinanza a partecipare



Sabato 23 aprile a Barletta si terrà una manifestazione cittadina a cui interverranno oltre 50 associazioni e centinaia di studenti e cittadini barlettani. Si intitola “Cerco Claudio” e si svolgerà dalle 19 alle 24 nel centro storico della città. A promuovere l’iniziativa è il neonato movimento “Cerco Barletta”, costituito da un gruppo di cittadini in seguito alla morte di Claudio Lasala, ucciso con una coltellata all’addome la sera del 30 ottobre. “Non è possibile dimenticare un fatto così grave, così assurdo”, spiegano i promotori dell’iniziativa, “e soprattutto non possiamo accettarlo”. “Con questa manifestazione”, aggiungono, “intendiamo far emergere il bene, il buono e il bello della nostra città. Perché la gran parte dei barlettani non considera normali episodi e comportamenti violenti, incivili e discriminanti e sentono la necessità di denunciare il degrado e il disagio partendo dalla ricerca dei comportamenti sani”.

“Cerco Claudio” è stato ribattezzato come l’evento 0. Nella zona tra piazza Marina e piazza Castello saranno organizzate diverse attività: spettacoli teatrali, presentazione di progetti, concerti, promossi da centinaia di persone che hanno deciso di far sentire la propria solidarietà, di voler manifestare tutti assieme nel nome di Claudio. Non una manifestazione in memoria, ma il punto di partenza di una ribellione gentile, nel nome di un ragazzo perbene, che aveva dei sogni, spezzati dalla cattiveria di ragazzi come lui.

“Sono commossa per quello che sta succedendo in queste settimane”, sottolinea Annamaria Lasala, fondatrice del movimento. “Sono davvero in tanti quelli che hanno deciso di mettere l’impegno e il cuore per organizzare un evento capace di mostrare tutto ciò che di sano esiste nella nostra città”. “Il nostro primo pensiero”, aggiunge la zia di Claudio, “è stato quello di provare a fare rete, unire tutte le associazioni sociali, sportive e culturali di Barletta per cominciare a ragionare in maniera progettuale e calendarizzata ad eventi, attività che possano essere di aiuto a fermare l’inarrestabile caduta sociale e culturale della nostra città. I nostri ragazzi saranno i protagonisti di questa manifestazione con i loro lavori, la loro musica, i loro progetti”.

La maratona comincerà alla 19. Tutti i lavori e i progetti proposti dalle associazioni e dagli studenti coinvolti saranno oggetto di una Exhibition nella zona del Castello.

Alle 23 è previsto un sentito momento di raccoglimento, si invita tutta la cittadinanza a partecipare.

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile scrivere a cercobarletta@gmail.com



Redazione



criminalità illegalità







25 aprile: a Barletta corteo antifascista dal murale dedicato ai fratelli Vitrani

Primarie a Barletta, Filannino e Quarto a sostegno di Carmine Doronzo