lunedė 30 gennaio 2023




Ultimissime:


Politica
lunedė, 28  novembre 2022



08:21:00
100 giorni per il sindaco Cannito, PD: "Bocciato"
"Classica demagogia, ma stavolta la distanza tra realtà e illusione è davvero eccessiva"



"I primi 100 giorni del Cannito bis sono trascorsi. Come era prevedibile, pur di vincere le elezioni, Mino Cannito aveva, a suo tempo, scritto un libro dei sogni. Classica demagogia, ma stavolta la distanza tra realtà e illusione è davvero eccessiva. Per chi abbia voglia e tempo, è sufficiente andare a rileggere quelle dichiarazioni (anche in forma di grafica e post sui social)." A dichiararlo il Partito Democratico di Barletta.

"Cannito prometteva un nuovo piano sui dehors: l’estate, nonostante le temperature siano ancora elevate, è trascorsa, e non è stato lanciato alcun piano sui dehors. Cannito, sempre per i primi 100 giorni, prometteva nuove aree sgambamento per i cani: discutibili campagne di comunicazione della Bar.S.A. su cani e padroni a parte, non c’è traccia di nuove aree per i nostri amici a 4 zampe. In quell’elenco fantasioso si promettevano sostegni alle feste religiose e agli oratori parrocchiali: non ne abbiamo notizia, non ci sono atti della Giunta, e come noi non ne hanno notizia nemmeno sacerdoti e parrocchie della città.

Si annunciava un nuovo “Sportello del cittadino”, ma probabilmente si trattava di uno sportello di un’auto (una delle tante rubate e che ci mettono al primo posto nella classifica nazionale per questo tipo di reato). Allo scadere dei 100 giorni avremmo avuto, secondo Mino Cannito, nuove isole ecologiche mobili: e qui, di nuovo, possiamo raccontare solo delle campagne di comunicazioni, discutibili, della Bar.S.A. Per l’estate che abbiamo alle spalle, avremmo avuto, raccontava la favola di Mino Cannito, concerti e sagre: Jova Beach a parte (ma forse in questo caso è il grafico ad avere sbagliato: era “concerto”, al singolare, e a pagamento, non “concerti”), non abbiamo visto nulla, e con noi i barlettani rimasti in città durante i mesi estivi. Nei primi 100 giorni una speciale task force si sarebbe occupata dell’adeguamento delle strutture degli “altri sport” (altri rispetto al calcio, ci sembra di capire): anche qui, come per i punti precedenti, nessuna notizia, nessun atto, tutto fermo. Niente nemmeno per il tema dei temi a Barletta: la sicurezza.

Mino Cannito aveva promesso, entro i primi 100 giorni, un atto della amministrazione per avere i vigili di quartiere: anche in questo caso siamo rimasti alla fiaba della buonanotte. Non sappiamo poi cosa volessero significare le formule “vicini ai più deboli” e “famiglie al centro”, ma anche su questo capitolo è buio pesto. Sugli incontri con gli studenti, mai realizzati, conosciamo già la risposta di Cannito: c’è stata l’estate di mezzo. Una scusa, quella dell’estate, che Cannito usa per giustificare ogni tipo di ritardo. E tuttavia ha ugualmente dato per certa una lunga lista di sogni, pura propaganda. I pochi atti di questa amministrazione, del Cannito bis, finora sono frutto, in larga parte, di implementazione e/o recepimento di atti provenienti dalla Regione. Vincere con le promesse è facile, realizzarle è un altro paio di maniche."


Comunicato stampa



sindaco-mino-cannito partito-democratico







"Il tuo è il ricordo di un sorriso": lettera degli amici del cortile di don Giuseppe

La Guardia di Finanza di Barletta sequestra sostanze stupefacenti: le azioni