domenica 19 maggio 2019


Ultimissime:


Attualita
giovedė, 3  gennaio 2019



18:37:00
Maltempo, prevenzione anche da AQP
Si intensifica l'attività di Acquedotto Pugliese



L’ondata di maltempo è arrivata. Acquedotto Pugliese ha intensificato tutte le possibili attività di prevenzione nella vasta e capillare rete dei suoi impianti idrici, fognari e di depurazione.
L’obiettivo è quello di non far mancare l’acqua nelle abitazioni dei cittadini serviti da AQP e di non registrare azioni di interruzione nel funzionamento degli impianti di depurazione.
“Rinnovo l’invito ai nostri clienti – ha dichiarato il Presidente Simeone di Cagno Abbrescia – al rispetto delle fondamentali raccomandazioni per la protezione dei contatori, esposti al rischio di danni per il gelo causato da temperature al di sotto dello zero. In questa fase, oltre al nostro forte impegno, è necessaria anche la vostra collaborazione sulla quale siamo fiduciosi di poter contare”.
 
Nicola De Sanctis, AD di Acquedotto Pugliese, fa il punto sulla situazione: “Stiamo seguendo attentamente l’evoluzione del maltempo, in coordinamento con le indicazioni della Prefettura e della Protezione Civile regionale. Abbiamo messo in campo il nostro accresciuto impegno ad evitare situazioni di pericolo o interruzioni improvvise. La Puglia è considerata destinataria dell’ondata del maltempo. Nel 2017 abbiamo affrontato un’annata straordinaria di interventi per la rottura di oltre 10.000 contatori, causati dal gelo. Tutto accadde, fu affrontato e risolto in pochissimi giorni. Un’esperienza consolidata che ci vede impegnati ad organizzarci con azioni preventive. La comunicazione AQP, molto opportunamente, in questi giorni sta insistendo sulla collaborazione dei clienti perché provvedano alla coibentazione dei contatori e allo svuotamento degli impianti interni, soprattutto nelle abitazioni disabitate”.
 
Le azioni preventive più significative messe in campo da AQP per questa allerta generale sono:
-          Verifica straordinaria del funzionamento dei gruppi elettrogeni in dotazione agli impianti di sollevamento acqua potabile, acque fognarie e negli impianti di depurazione. Tali impianti, sono già installati ed in esercizio presso tutti gli impianti dedicati (tra cui i n.187 depuratori). In caso di mancanza di erogazione di energia elettrica, i gruppi elettrogeni sono programmati per un immediato intervento.
-          Verifica e approvvigionamento delle scorte di gasolio per il funzionamento dei gruppi elettrogeni.
-          Tenuta a magazzino di contatori e attrezzature necessarie a far fronte ad eventuali problemi di emergenza.
-          Le squadre operative sono state tutte preallertate. Si è provveduto al potenziamento degli organici anche con il rientro di personale dalle ferie.
-          In zone particolarmente sensibili è sempre crescente la sostituzione di contatori con nuovi contatori antigelo.
-          In zone ad alto rischio, continua l’installazione anche di coperture di protezione dei contatori.
 
Responsabili di AQP partecipano attivamente e sistematicamente a tutti gli incontri che la Prefettura ha messo campo per questa fase di emergenza gelo/maltempo.
 
Presso tutti gli impianti di potabilizzazione dei grandi impianti di sollevamento idrico si è provveduto al potenziamento del presidio con personale adeguato.
 
I contatori a più alto rischio di rottura per il gelo, ovviamente, sono quelli all’esterno dei fabbricati, in locali esposti alla temperatura esterna o in case utilizzate raramente. 
 
Cinque consigli utili per proteggere i contatori dal gelo
 
1)      Chiudere il rubinetto a valle del contatore nelle case disabitate.
Il gelo dell’acqua nei tubi ne accresce il volume e crea possibili rotture degli impianti.
In presenza di contatori ubicati all’esterno di fabbricati o case non abitate nei mesi invernali, come già detto prima, è consigliabile chiudere il rubinetto a valle del contatore AQP e provvedere allo svuotamento dell’impianto interno (non di competenza di AQP).
 
2)      Coibentare la porta delle nicchie. 
In presenza di contatori ubicati in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, assicurarsi che la porta del vano contatore sia sempre ben chiusa e priva di aperture per la ventilazione. La porta della nicchia va rivestita internamente di materiale isolante/protettivo, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori di materiale edile.
Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm.
 
3)      Coibentare il vano contatore. 
In presenza di contatori ubicati all’esterno dei fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, è consigliabile coibentare le pareti del vano contatore con lo stesso materiale utilizzato per le porte delle nicchie (polistirolo o poliuretano espanso). 
 
4)      Coibentare il contatore. 
In presenza di contatori esposti a temperature esterne, è consigliabile coibentare anche i contatori e le tubazioni di raccordo, utilizzando gli stessi materiali isolanti: polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili. 
Si raccomanda di non utilizzare lana di vetro o stracci per avvolgere il contatore o le tubazioni di raccordo, poiché questi materiali, assorbendo umidità, possono addirittura peggiorare il rischio di rottura per il gelo. 
 
5)      Rendere accessibile il quadrante. 
La protezione adottata deve in ogni caso lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire la lettura del contatore agli incaricati di AQP.
 
AQP ricorda che i clienti sono responsabili della corretta custodia del contatore e, in caso di rotture o danni, sono invitati a darne immediata comunicazione alla Società telefonando al numero verde del pronto intervento 800.735.735, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.
 
Queste le risposte alle domande più frequenti, in caso di rottura del contatore a causa del gelo.
 
Il contatore è rotto e non ricevo l’acqua, cosa posso fare?
Chiama il numero verde 800.735.735, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.
 
Il contatore è rotto e vi è ingente perdita di acqua?
Chiama il numero verde 800.735.735, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.
 
Che impatto avrà la fuoriuscita di acqua dal contatore rotto per gelo sugli addebiti in fattura?
Non verrà addebitato alcun consumo anomalo conteggiato dal contatore rotto. In ogni caso saranno applicate le norme vigenti previste dalla ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e dalla Carta dei Servizi in tema di ricostruzione dei consumi per i misuratori non funzionanti.
 
Perché trovo in fattura il numero di codice del contatore rotto per gelo e non quello del nuovo misuratore?
Non preoccuparti, se questo si verifica è perché il codice del nuovo contatore non è ancora stato registrato nel sistema informativo aziendale e la fattura che hai ricevuto è basata su consumi stimati. Con la registrazione del codice del nuovo contatore, sarà emessa automaticamente una fattura a conguaglio.  Non è necessaria alcuna tua iniziativa in merito. 
 
Mi hanno sostituito il contatore rotto per gelo, ma non ricevo l’acqua.
Assicurati che il rubinetto di arresto presente vicino al contatore sia aperto. Nel caso fosse aperto e comunque non ricevi l'acqua chiama il numero verde 800.735.735.
 
Devo presentare reclamo per il contatore rotto per gelo?
In caso di contatore rotto per gelo NON E’ NECESSARIO inoltrare reclamo, in quanto la procedura di sostituzione non prevede addebiti. Pertanto in automatico sarà registrato il nuovo contatore e saranno contabilizzati i consumi della tua utenza, senza addebiti non dovuti.
 
Il contatore rotto per gelo conteggia anche il consumo della fuoriuscita di acqua?
Ciò che viene conteggiato dal contatore rotto sarà oggetto di ricostruzione dei consumi, in accordo con le normative vigenti dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), e con quanto previsto dalla Carta del Servizio. In ogni caso non sarà addebitato alcun consumo anomalo. 
 
La sostituzione del contatore e relativo intervento hanno un costo per l’utente?
Tutti i costi relativi alla sostituzione del contatore rotto per gelo e al relativo intervento sono a carico di AQP, se il cliente ha correttamente custodito il misuratore come previsto nell’art. 27 del Regolamento del SII.


Francesco Zagaria



ACQUEDOTTO-PUGLIESE puglia gelo pioggia prevenzione MALTEMPO consigli





Scuole accessibili per disabili, male la Puglia

Maltempo, l'ultimo bollettino della Protezione Civile