giovedý 2 luglio 2020


Ultimissime:


Politica
venerdý, 29  maggio 2020



09:33:00
Mobilitazione nazionale avvocati, la nota del sen. Damiani di Barletta
«Nessuna direttiva univoca è stata emanata dal ministro della Giustizia»



"La tutela giudiziaria dei diritti dei cittadini nel nostro Paese è ancora in lockdown. Nessuna direttiva univoca è stata emanata dal ministro della Giustizia, che ha scaricato la gestione della ripresa delle attività sui dirigenti dei singoli tribunali. Ne deriva una situazione di inaccettabile disparità territoriale, contro la quale domani, 29 maggio, gli avvocati scenderanno in piazza con un flash mob nazionale, consegnando simbolicamente i codici. Dichiara, in una nota, il senatore di Forza Italia e componente della commissione Bilancio di Palazzo Madama, Dario DAMIANI.

Sostengo con convinzione la loro protesta, poiché è inammissibile che il governo non si assuma neanche la responsabilità di dettare linee guida uniformi per la gestione di un'emergenza che va a rincarare la dose delle già gravissime criticità del pianeta giustizia. La decorrenza dei termini processuali ha ripreso il suo corso dal 12 maggio, ma le cancellerie lavorano a ritmi ridotti solo su appuntamento, dilatando di fatto i tempi per la consegna e la consultazione degli atti. Gli avvocati, categoria professionale tra le più bistrattate, a fronte di cospicui versamenti tributari non ricevono adeguata considerazione quando legittimamente formulano le proprie proposte, dirette a garantire maggiore efficienza nel settore giustizia. Prolungare l'orario di apertura delle cancellerie al pomeriggio e al sabato potrebbe essere già una prima soluzione per recuperare il tempo perduto; inoltre, a fronte dei mancati introiti professionali correlati alle attività di udienza, sarebbe opportuna la previsione di sgravi contributivi. 

Il governo ha il dovere di farsi carico della grave distorsione causata dalla decisione del ministro Bonafede di non decidere su modalità e tempi univoci su tutto il territorio nazionale per la ripresa post lockdown, che incide negativamente su un diritto costituzionale fondamentale dei cittadini, oltre che sull'esercizio dell'attività professionale forense ulteriormente penalizzata".


Redazione



puglia avvocati sen-dario-damiani







La Puglia cerca mascherine, pubblicato avviso pubblico

Aree giochi a Barletta, aperte nel rispetto della distanza di un metro