lunedė 24 gennaio 2022




Ultimissime:


Sport
lunedė, 20  dicembre 2021



12:51:00
Brutto scivolone in casa biancorosso del Barletta
“Una squadra spenta e deludente”



Sì, proprio così. Quello della capolista Barletta è stato un brutto scivolone. Uno scivolone annunciato, quello dei ragazzi in casacca biancorossa del Barletta contro i baresi della Città di Mola, considerato che la squadra del Tecnico Francesco Farina, tra Manfredonia e San Marco si stava evidenziando qualcosa che non andava.

La squadra aveva cominciato a zoppicare da qualche settimana con il pareggio per 0-0 contro i sipontini mentre contro i dauni, lo striminzito 0-1 con rete di Lavopa ha sugellato la scarsa brillantezza e la poca lucidità dell’attacco, fattosi all’improvviso poco prolifico. Contro il Mola, nella gara persa dai biancorossi per 2-3 al San Sabino di Canosa, abbiamo visto una formazione che spesso è sembrata allo sbando, con una difesa in vena di autentici regali da Babbo Natale che per l’occasione ha vestito i panni dei due portieri Tucci e Kebba Njiein. I reparti sono sembrati quasi sempre scollegati e sfilacciati tra di loro, tanto che la mediana raramente è riuscita a fare filtro ed è presto saltata in aria. L’attacco, poi, non è stato mai pericoloso, ingolfato di uomini che si pestavano i piedi a vicenda.

Insomma per dirla tutta è stato il più brutto Barletta dell’anno che ha regalato, prima di Natale ai tifosi biancorossi, una sconfitta cocente, meritata e, come ho scritto in apertura, annunciata. Per questo tracollo, era solo questione di giornate: dopo le tante fatiche compiute tra campionato e Coppa Italia, con diciassette vittorie e tre pareggi. Ora però, valutiamo tutto insieme quanto è stato fatto finora. E cosa possiamo dire a questi ragazzi? Vanno fatti solo elogi di ringraziamento a tutto lo staff, dal magazziniere al presidente, a tutta la rosa compresi i tecnici. Con l’arrivo del nuovo anno bisogna riorganizzarsi e lasciarci alle spalle questo incidente di percorso. Sarà importante guadagnarsi un pronto riscatto perché per la tifoseria biancorossa la bastonata è stata tremenda. Non resta che voltare subito pagina, scrollarsi di dosso la delusioni, le amarezze della sconfitta, leccarci le ferite e passare le festività natalizie con serenità. Solo dopo potremo riordinare le idee e ricominciare a marciare come inizio di campionato come un rullo compressore. Vorrei infine consigliare la società di sondare il calciomercato per potenziare la squadra a centrocampo dove gli uomini sembrano contati e il centrocampista Vicedomini ha bisogno di rifiatare.

Con questo ultimo articolo dell’anno 2021 colgo l’occasione per fare i miei migliori auguri a tutto lo staff biancorosso del Barletta, dal Presidente Mario Dimiccoli a tutti i componenti della dirigenza, e ai miei lettori compresi tutti i tifosi di fede biancorossa. Sempre forza Barletta.

 


Umberto Casale



calcio







Dalla Questura il report delle attività di sicurezza svolte nella Bat

Sinistra Italiana Barletta, votata la nuova segreteria cittadina