sabato 21 settembre 2019


Ultimissime:


Politica
mercoledė, 7  agosto 2019



19:06:00
Canne della Battaglia, Mennea: “Dopo la Regione, ora fondi dal Mibac per finanziare la rievocazione storica”
Lo dichiara il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, promotore della legge la valorizzazione di Canne della Battaglia



“In sintonia con il progetto di valorizzazione di Canne della Battaglia e del Parco archeologico di Canosa, è arrivato anche il finanziamento del Mibac per realizzare la rievocazione storica del famoso scontro del 216 avanti Cristo. I fondi per 120mila euro, che saranno assegnati al Comune di Barletta anche per gestire la rievocazione della Disfida, si aggiungono quelli destinati dalla Regione a questo sito attraverso l’apposita legge regionale di valorizzazione e promozione”. Lo dichiara il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, promotore della legge la valorizzazione di Canne della Battaglia, che nel 2018 ha consentito di allestire un cartellone di eventi ad hoc.

“Abbiamo lavorato a lungo, tutti insieme, per realizzare la rievocazione della battaglia e oggi, anche grazie a questi finanziamenti, l’obiettivo è più vicino”, prosegue Mennea. “Ci sarà un gioco di squadra tra Regione Puglia, Comuni di Barletta e Canosa, Polo museale, Segretariato generale del Ministero dei Beni culturali, Fondazione archeologica canosina e Teatro pubblico pugliese per valorizzare definitivamente un evento di rilevanza internazionale, così come è stato fatto l’estate scorsa con un accenno di rievocazione della battaglia. E’ la strada giusta, ora ne siamo convinti ancora di più e insieme alle comunità di Barletta e Canosa andremo avanti per strutturare questo piano strategico turistico-culturale. L’obiettivo è dare a questo territorio – conclude - una vera economia turistico-culturale, in grado di creare occupazione e un’alternativa valida a chi, nel suo futuro, non vede altro che andare via per poter avere una vita dignitosa”.
 


Redazione








Inquinamento del fiume Ofanto, intervento in Senato di Quarto

Fumo e cattivo odore in città, due incendi fra Ariscianne e le Salinelle