lunedė 20 maggio 2024




Ultimissime:


Politica
venerdė, 8  marzo 2024



20:49:00
Barletta, consiglio comunale, eterno ritorno, è ancora crisi politica?
Maggioranza senza numeri per la votazione dei debiti fuori bilancio



Ci sono eterni ritorni nella città di Barletta, uno di questi è la crisi politica in seno alla maggioranza. A confermarlo è proprio il sindaco di Barletta Cosimo Cannito che in risposta alla mancata votazione dei debiti fuori bilancio del consigliere Antonello Damato ha difatti dichiarato:”Le porto anche i verbali di quando io nei momenti di difficoltà ho votato i debiti fuori bilancio perché è in dubbio, non ci vuole il mago Otelma per dire che l’amministrazione comunale è in crisi politica… È evidente!”
 
Ma facciamo un passo indietro. Dopo l’approvazione dei primi due punti all’ordine del giorno è stato il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Riccardo Memeo a richiedere una sospensione dalla quale poi il consiglio è ripreso ma senza la maggioranza in aula, titubante, probabilmente, sui propri numeri. In effetti, tra lauree, festeggiamenti e cose varie, i numeri non c’erano, salvo poi rientrare ma abbandonare nuovamente l’aula su indicazione del sindaco dopo oltre un’ora di dibattito.
Sempre il consigliere Memeo poco dopo il termine della massima assise, che sarà ripresa domani in seconda convocazione, ha affermato: ”Oltre le assenze giustificate che capitano, c’è qualcun altro che manca un po’ più spesso… Stiamo votando i debiti fuori bilancio, andrebbero votati da tutti, non sono né di maggioranza né di opposizione, stiamo parlando di debiti verso la città e potremmo avere danni erariali (in caso di non approvazione). È stucchevole che l’opposizione giochi ad entrare ed uscire dall’aula soltanto per divertirsi e a dimostrare che noi oggi siamo meno di 17 perché manca qualcuno. Noi e il sindaco già nello scorso consiglio comunale abbiamo fatto un appello sull’approvazione di questi debiti fuori bilancio. Che il sindaco abbia ammesso che c’è una crisi politica non c’entra con l’approvazione dei debiti, che all’interno della maggioranza ci sia da discutere e ci siano atteggiamenti da chiarire non c’è dubbio, ma in questo momento noi siamo qui per tutelare i cittadini… io voto o non voto per gli interessi dei cittadini.” E sull’assenza di Forza Italia: ”Chiedetelo a Forza Italia…”
Dall’altra parte l’opposizione resta convinta sulla questione delle questioni, l’assenza dei numeri della maggioranza: “Anche oggi abbiamo vissuto uno spettacolo indecoroso, forse per la prima volta dopo alcuni consigli, il sindaco ha dichiarato effettivamente di avere grossi e seri problemi in maggioranza.” A dichiararlo è la capogruppo in consiglio comunale del Partito Democratico Rosa Cascella: “Lo abbiamo detto più di una volta, lo abbiamo denunciato ma la maggioranza è sempre stata molto limitata in questo. Oggi abbiamo verificato che sui debiti fuori bilancio non hanno avuto i numeri per votarli. Lo abbiamo notato su alcune fughe di alcuni componenti della maggioranza perché effettivamente erano in difficoltà su tutti i provvedimenti che erano stati calendarizzati. Le scorse volte il sindaco ha sempre chiesto aiuto all’opposizione quando si è trovato in difficoltà per votare i provvedimenti per il bene della città. Dopo la sospensione, il sindaco non ha chiesto alcun supporto e la maggioranza è andata via senza spiegazioni. Cannito ha tentato di ribaltare la frittata ma ha evidenti problemi. Dovrebbe fare chiarezza prima in casa sua poi potrebbe venire a fare lezione a noi dell’opposizione”.
 
Ad intervenire anche il capogruppo di Coalizione Civica Carmine Doronzo: ”Nel consiglio comunale sul bilancio dicevo che non c’era motivo di lanciarsi reciproci elogi e rinnovati appelli alla ritrovata unità dell’amministrazione perché avevo appunto detto che dal consiglio successivo ci sarebbero stati problemi in maggioranza. Purtroppo, dobbiamo riscontrare che ciò è successo, pezzi interi di gruppi consiliari della maggioranza di Cannito abbandonano l’aula senza motivo e quindi non ci sono i numeri per le approvazioni. Chiedo al sindaco maggiore serietà e onestà intellettuale perché non è assolutamente giusto che tenti con artifici retorici che getti la palla verso le opposizioni ma dovrebbe chiedere maggiore responsabilità ai suoi consiglieri di maggioranza. Qualcuno probabilmente sta rivendicando ancora delle seggiole e che dirgli… in bocca al lupo! Purtroppo, i cittadini stanno aspettando ancora che questa amministrazione parta ma questa amministrazione non parte mai perché i problemi sembrano irrisolvibili.”
 
Domattina alle ore 9 il consiglio comunale tornerà a riunirsi e basteranno meno voti per l’approvazione dei debiti fuori bilancio. Ma il dato è sempre lo stesso: la maggioranza ha bisogno di un confronto. Forse più di uno.
 


Giuseppe Schiavone










Aggrediscono e tentano di rapinare un uomo in stazione, arrestati in due a Barletta

Irruzione nella notte in un negozio: rubati vestiti e accessori