lunedė 11 novembre 2019


Ultimissime:


Attualita
lunedė, 7  ottobre 2019



13:36:00
Don Emanuele Tupputi verso il dottorato in diritto canonico
Domani presso la Città del Vaticano



Don Emanuele Tupputi, sacerdote diocesano, condivide con gioia l’imminente discussione della Tesi di Dottorato in Diritto Canonico, che conseguirà martedì 8 ottobre alle ore 15 presso la Sala Newman della Pontificia Università Urbaniana - Città del Vaticano, con una dissertazione dal titolo “L’indagine pregiudiziale o pastorale alla luce del M.P. Iudex Dominus Iesus. Applicazioni nelle diocesi della Puglia”. Oggetto del suo lavoro è stato un’analisi giuridico-pastorale su una delle novità della riforma del processo di nullità matrimoniale operata da Papa Francesco con il m.p. Mitis Iudex Dominus Iesus che riguarda l’indagine pregiudiziale o pastorale, delineata negli articoli 1-5 delle Regole procedurali annesse al m.p. MIDI.

 

Il conseguimento del dottorato - spiega don Emanuele - è motivo di gioia e gratitudine a Dio Padre fonte di pace e di bontà, per il dono della vita e dei talenti che mi voluto donare perché li condividessi per il bene delle anime. Nei miei anni di studi teologici e giuridici non ho mai perso di vista l’importanza e il dovere di essere un semplice strumento nelle mani del Signore per alleviare e donare luce e speranza a quanti Lui stesso avrebbe posto sul mio cammino. Ora sento maggiormente la responsabilità di poter mettere a disposizione quanto gli studi canonici mi hanno fatto comprendere circa il Diritto canonico che non è applicazione fredda di norme, come alcuni pensano, ma una disciplina giuridica di carattere pastorale ed ecclesiale che illustra il porsi di gesti e scelte pastorali che traducono il mistero della salvezza nella storia, dove la norma suprema è sempre la salus animarum. Il diritto canonico, dunque, intende collocarsi al servizio della vita della comunità cristiana e dei suoi fedeli perché sia fedelmente accolto e vissuto il Vangelo, nella fedeltà dell’ascolto e nell’audacia della sua applicazione nell’oggi della storia contemporanea.

 

 

Emanuele Tupputi, nato a Terlizzi il 24 maggio 1978, è originario della Parrocchia dello Spirito Santo in Barletta. Si è formato presso il Seminario Arcivescovile “Don Pasquale Uva” in Bisceglie, il Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta per il biennio filosofico, e dal 2000-2008 l’allora Arcivescovo Mons. Carmelo Cassati lo invia per ultimare la sua formazione spirituale e teologica presso l’Almo Collegio Capranica in Roma, ove frequenta la Pontificia Università Gregoriana conseguendo il Baccalaureato in Teologia (2003) e la Licenza in Diritto Canonico (2006).

 

Durante gli studi romani consegue: il Diploma in Giurisprudenza rotale (2006-2007) presso la Pontificia Università Gregoriana, frequenta il Corso di prassi Canonico-amministrativa (2005) presso la Congregazione del Culto Divino e la disciplina dei sacramenti e il Corso per la Canonizzazione dei Santi presso la Congregazione della Cause dei Santi (2007). È stato vincitore di una borsa di studio (2008) presso l’Ambasciata francese in Italia per perfezionare la lingua francese presso l’Institut Catholic de Paris. Nel 2017 completa il percorso accademico iscrivendosi al Dottorato in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Urbaniana. Nel 2018 ha partecipato al VI corso intensivo di Diritto Penale canonico e tutela dei minori vulnerabili su “Casi pratici e prassi della Congregazione per la Dottrina della Fede”, presso la Pontificia Università Urbaniana, sotto il patrocinio della Congregazione per la Dottrina della Fede.

 

È stato ordinato presbitero per  l’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie,  il 6 gennaio 2006 per l’imposizione delle mani di Mons. Giovan Battista Pichierri. Dopo l’ordinazione ha svolto il ministero di vicario parrocchiale presso le Parrocchie di Barletta del “Cuore Immacolato di Maria”, “SS. Crocifisso” e del “Santo Sepolcro” e ha collaborato per due anni (2008-2010) come Vice-Cancellerie della Curia Arcivescovile in Trani. È stato Difensore del Vincolo e Promotore di Giustizia presso il Tribunale Ecclesiastico diocesano dal 2008 al 2016. È stato Coordinatore della Commissione giuridica del primo Sinodo diocesano.

 

Nel 2010 è stato nominato dalla Conferenza Episcopale Pugliese Giudice presso il Tribunale Ecclesiastico Regionale Pugliese, ove attualmente è Giudice a tempo pieno.

 

Dal 2016 per volontà dell’Arcivescovo S.E. Mons. Pichierri è stato nominato Vicario giudiziale della Diocesi e Responsabile del Servizio diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati. Ruoli che li sono stati confermati dal nuovo Arcivescovo S.E. Mons. Leonardo D’Ascenzo.

 

Attualmente è Animatore spirituale del Movimento diocesano dei Cursillos di Cristianità, Membro del Consiglio Presbiterale e Cappellano delle Suore dell’Immacolata di S. Chiara di Fiuggi in Barletta. È iscritto come socio all’Associazione Canonisti Italiani e collabora per corsi di formazione canonico-pastorale con il prof. Luigi Sabbarese, Docente Ordinario di Diritto Canonico presso la Pontificia Università Urbaniana.

 

È autore di un volume, con prefazione di S.E. Mons. Marcello Semeraro, Vescovo di Albano e Segretario del Consiglio dei Cardinali, dal titolo “Vademecum per la consulenza nella fragilità matrimoniale. Una guida per canonisti, sacerdoti ed operatori di pastorale familiare, edito dalla Rotas, Barletta 2019.

Il testo rappresenta uno dei pochi esempi elaborati nelle diocesi italiane, a seguito della riforma del processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità del matrimonio, pensato come risposta all’indicazione normativa voluta da Papa Francesco nel m.p. Mitis Iudex Dominus Iesus, ed utile a quanti, a vari livelli (Sacerdoti, Operatori della pastorale familiare e del Diritto Canonico), sono quotidianamente a contatto con fedeli che vivono diverse situazioni di fragilità matrimoniale.



Redazione








PES BAT traccia il punto dell'incontro con il prof. Patroni Griffi

Don Giovanni di Mozart a Barletta