mercoledė 21 febbraio 2024




Ultimissime:


Sport
giovedė, 30  novembre 2023



18:34:00
Barletta Calcio, le dichiarazioni della conferenza stampa
Presenti il Presidente Dimiccoli, il Dg Camicia e mister Ginestra



Le dichiarazioni del Presidente Dimiccoli, del Direttore Generale Camicia e dell'allenatore Ciro Ginestra.

Dimiccoli:"Mi sono sempre preso le mie responsabilità, non mi sento di dare le colpe solo a Luigi Pavarese sulla squadra costruita.

Le scelte di Pavarese sono sempre state avallate da me, ci metto la faccia come si è sempre fatto.

Per quanto riguarda ciò che ho detto ad inizio stagione l’obiettivo era di un campionato da vertice. Non è stata una presa in giro, la mia volontà era quella di fare una squadra da vertice. Mi assumo le mie responsabilità, tutte le squadre di questo girone sono partite per vincere, anche il Barletta. Correggeremo gli sbagli fatti da me, sono il primo ad essere deluso specialmente per la partita di domenica. Il Barletta Calcio non è ostaggio di Mario Dimiccoli, lavoro h24 per questa squadra. Salvatore Vaccariello è un imprenditore, (presidente sulla carta). È in atto una trasformazione da ASD A SSD ovvero ad SRL. Chi vorrà garantire un futuro migliore, potrà entrare in società. L’IVA è stata reateizzata, siamo una di quelle società che hanno meno iva tra Lega Pro e Serie D. Potete verificarla anche voi."

 

Camicia:”Il fatto che la piazza non sia contenta è palese: dal risultato che non arriva, dal fatto di chiuderci dopo una sconfitta. Però quello che vorrei dire è che accetto le critiche, sicuramente qualche errore è stato fatto, vorremmo evitare troppa negatività attorno a questa squadra. Non so se è solo una situazione determinata dal risultato che manca, dalla gestione dei social sbagliata. Vorrei che ci sia un accanimento diverso, costruttivo. Il silenzio stampa non è stato nascondersi, probabilmente avrei dovuto chiedere scusa io. Lo faccio ora. Chiedo scusa a tutti, non succederà più.

Oggi siamo qui perché l’obiettivo della società era e rimane quello. Non ci sono rischi. Non è una società che rischia di scomparire, siamo in sofferenza ma per i risultati. Abbiamo perso domenica per via di due episodi, vorrei sottolineare però questa negatività che si ritorce contro la stessa piazza, non dimenticate che noi siamo in pieno mercato e lavorare in esso con questo clima diventa complicato. Va benissimo la critica, però vorremmo meno negatività. Non vogliamo farci condizionare dall’esterno. Affronti personali ne ho visti parecchio sui social. Non mi riferivo alla stampa per negatività ma all’ambiente. Il calciomercato? Come sapete non abbiamo ancora individuato il profilo adatto a questa squadra per il ruolo di direttore sportivo. Abbiamo le idee abbastanza chiare su uscite ed entrate di comune accordo con il mister. Abbiamo avuto dei colloqui per il ruolo ma per adesso ci stiamo muovendo. Da parte nostra c’è massima volontà nel rimettere in corsa il treno. Si stanno facendo delle valutazioni in uscita come quella di Max Marsili al posto di giocatori più funzionali alla causa. Il Barletta in questo mercato interverrà in maniera abbastanza forte e chiaro. Tanti usciranno ed entreranno e andranno a coprire i ruoli nei quali siamo corti. Non dobbiamo e non vogliamo sbagliare, rischieremmo una rosa di 33/34 giocatori. Domani verrà annunciato un calciatore, è un profilo che ha caratteristiche diverse rispetto ai ragazzi che abbiamo a disposizione.

Questa squadra deve essere migliorata, non abbiamo paura a dirlo. Non c'è un euro di debito, qualche apertura e qualche approccio con imprenditori esteri c'è stato e quando vedono i conti apposto e restano stupiti. Ci sono due ragazzi che hanno chiesto di andare via, stiamo vedendo come piazzarli,"

 

Ginestra: ” Questa squadra ha perso 4 partite, la prima con 30 giocatori dei quali 26 nuovi. Abbiamo perso con squadre che hanno speso il triplo di noi non lontanissime da noi. Il Molfetta lo scorso anno ha speso 2 volte tanto noi ed è retrocessa. Si vince con l’organizzazione e con la fortuna. Se questa squadra avesse avuto 21-22 punti non avremmo rubato nulla. Questa squadra può vincere e può perdere contro tutti, ma chi dice che questa squadra può vincere il campionato dice una stupidaggine.

Può vincere con tutti se la gente ci dà una mano. Siamo uniti, oggi non siamo sereni. 14 under, 4 giocatori che l’anno scorso che sono retrocessi dalla serie D all’Eccellenza. La realtà dei fatti è questa ed è il mio punto di vista. La società lo sa. Martedì ho detto al presidente che se il problema sono io posso andare a casa. 5 partite senza Silvestri. 10 partite senza centravanti. 6 partite senza Schelotto. Con Marilungo e Inguscio arrivati ad ottobre. Possono fare di più a livello di cattiveria. Oggi la squadra può fare cose incredibili, quando stanno bene lo hanno dimostrato. De Marino deve giocare perché tra due anni probabilmente diventerà più forte di Petta.

Nelle 7 partite non perse ho visto tanto entusiasmo, ma abbiamo perso tre partite con tre squadre a livello individuale più forti di noi e con il triplo del budget consumato. Nella mia vita non c’è mai stata la parola confusione. Chi si allena bene gioca, se non giocano i soliti 11 c’è un perché. Ecco le 13 formazioni iniziali su 13. Inguscio era stato preso a fare mezz’ala e invece fa il terzino. Non sono confuso, scelgo in base alle partite. Ginestra non è scarso, perdiamo perché facciamo degli errori. Non c’è nulla di male se perdiamo, siamo in fase di crescita. Garofalo è arrivato a corto di condizione e ha avuto un problema al flessore, lo stiamo gestendo, anche sull’aspetto emotivo. È un cambio naturale al posto di Rizzo, è un giocatore che ci può dare una mano.

La squadra ha lavorato bene in questa settimana, ci andiamo a giocare una grande partita a Casarano, siamo arrabbiati e dovremo fare una partita importante.

Anche il DG e il Presidente sono venuti a vedere l’allenamento, stiamo bene."



Giuseppe Schiavone



Barletta Barletta1922







Riunito il Consiglio Comunale di Barletta, assente il sindaco Cannito

Dragaggio del porto di Barletta, Caracciolo: “Lavori al via all'inizio del 2024”