venerdė 1 luglio 2022




Ultimissime:


Sport
lunedė, 9  maggio 2022



13:33:00
Barletta delle meraviglie, ragazzi siete da Champions
​Domenica sera è ritornato l'entusiasmo e tutta la città ha potuto festeggiare il ritorno del Barletta in serie D



Si è qui la festa! Dopo il triplice fischio del Sig Cravotta di Città di Castello giunto allo scadere dei 120’, nella Città della Disfida è successo il pandemonio! Una moltitudine di persone ha tirato fuori dagli armadi e dai cassetti vessilli, bandiere, tamburi e fuochi d'artificio e tutta la città si è coperta di biancorosso. Una magnifica serata di maggio ci ha fatto ritornare ai vecchi tempi del campionato di Serie C, al 7 giugno del 1987 in quel di Sorrento, quando per tutta la notte fu un autentico carnevale di Rio.

Domenica sera è ritornato l'entusiasmo e tutta la città ha potuto festeggiare il ritorno del Barletta in serie D. Dopo sette lunghi anni di umiliazioni e sofferenze la squadra biancorossa ha infatti vinto la finale spareggio per la promozione in serie D piegando i biancocelesti del Martina Franca allenati dall'ex Tecnico del Barletta Massimo Pizzulli. È stata una gara dove è successo di tutto. Sconsigliabile ai deboli di cuore, l’incontro ha emozionato le due tifoserie accorse in massa allo "Jacovone" di Taranto.

La squadra biancorossa ha piegato un tenace e volenteroso Martina per 4-2 solo al termine dei tempi supplementari. Tuttavia, volendo subito sgombrare il campo da ogni dubbio, la vittoria del Barletta è stata una vittoria sacrosanta, che ha premiato la squadra migliore in campo. I ragazzi del tecnico Farina hanno tenuto, per tutta la durata della gara, il pallino del gioco con davanti il bomber Antonio Pignataro che ha messo a segno un'altra doppietta e con Vito Morra, il capitano Massimo Polidori e il subentrato Sante Russo che hanno fatto la differenza.

L'unica sbavatura, per così dire, è stato il malinteso tra il portiere Tucci e la difesa biancorossa in occasione del pareggio messo a segno dall'attaccante del Martina Falconieri a due minuti dall’intervallo. Il Barletta era andato per prima in vantaggio nel primo tempo con il suo bomber Pignataro. Chiuso il primo tempo sull’1-1, la squadra biancorossa si era riportata in vantaggio all’89’, sempre con Pignataro, ma nel recupero i martinesi riequilibravano l’incontro con Fruci.

Nei tempi supplementari era Vito Morra, su calcio di rigore, fischiato per atterramento di Russo in piena area di rigore a portare per la terza volta in vantaggio i biancorossi che hanno poi definitivamente chiuso il discorso con una bordata dell’indemoniato Sante Russo. Solo allora sono iniziati i festeggiamenti nella tribuna dello stadio tarantino da parte dei quasi 1.500 tifosi barlettani.
 


Umberto Casale



barletta calcio asd-barletta-calcio-1922







Il Barletta Calcio torna in serie D, esplode la festa in città

Amministrative a Barletta, Carone quarta candidata sindaco: lo scenario