martedė 7 febbraio 2023




Ultimissime:


Politica
giovedė, 3  novembre 2022



08:12:00
Casa riposo di Barletta, Cascella: "Ennesima farsa dell'amministrazione"
"Ci chiediamo come riescano Fratelli d'Italia e altri pezzi di maggioranza a sprecare tempo e parole su una spartizione"



"La manifestazione d'interesse per la casa di riposo è stata l'ennesima farsa di questa amministrazione. In questi giorni diversi esponenti della maggioranza hanno ammesso, candidamente e pubblicamente, che i componenti del cda siano frutto di una mera spartizione politica tra i partiti. Quindi, ci pare di capire, tutti gli altri 25 candidati che hanno partecipato al bando, sperando di essere valutati per il loro curriculum, hanno solo perso del tempo." Lo spiega Rosa Cascella, Capogruppo consiliare PD Barletta. 

"L’unico criterio di selezione era la vicinanza a un politico di maggioranza. Fratelli d'Italia accusa il Pd, ma solo perché non tornano i conti della spartizione. Ribadiamo invece con fermezza che tra i componenti del consiglio di amministrazione della casa di riposo non c'è alcuna indicazione delle opposizioni. Sono tutti nomi proposti dalla maggioranza e sfido chiunque a dire e soprattutto a dimostrare il contrario. Poiché l’opposizione non è stata per nulla coinvolta nella decisione, il Pd ha lasciato libertà di scelta ai propri consiglieri nell'espressione del voto. Tant'è che, tra i quattro consiglieri del nostro partito: un consigliere era assente per motivi personali; un altro ha deciso liberamente di non partecipare al voto; solo due consiglieri hanno espresso la loro preferenza tra i candidati ammessi alla manifestazione d'interesse.

Siamo la forza di opposizione che più sta dando battaglia a questa amministrazione sin dal primo giorno, sin da quando si è insediata. Lo abbiamo fatto sulla Barsa, sulla manutenzione delle scuole, sullo stato di degrado del cimitero, sull'aumento della Tari e su decine di altri argomenti. Con Cannito e con la sua coalizione non abbiamo veramente alcunché da condividere. Accusarci di accordi con la maggioranza non ha senso ed è solo l'ennesimo tentativo di sviare l'attenzione dai problemi di questa amministrazione. Ci chiediamo, tra l'altro, come riescano Fratelli d'Italia e altri pezzi di maggioranza a sprecare tempo e parole su una spartizione che è tutta interna alla maggioranza, quando quella struttura è chiusa da sette anni. Questo disservizio dovrebbe rappresentare una vergogna, il vero punto di disonore, per questa amministrazione.

Addirittura stanno per andare all'asta gli arredi e le suppellettili della casa di riposo, a causa della grave situazione debitoria dell'ente. E all’interno della maggioranza trascorrono il proprio tempo a disquisire su chi abbia avuto una poltrona in più o in meno nel consiglio d'amministrazione. Ora che hanno eletto i propri rappresentanti, Cannito e la sua coalizione si dedichino piuttosto a risollevare la casa di riposo dal baratro in cui è finita. I cittadini vogliono risposte per i loro anziani e sono stufi (e noi con loro) di questi teatrini imbarazzanti. Dopo appena 4 mesi di consiliatura, la maggioranza, che avrebbe dovuto liberare Barletta (così raccontava Mino Cannito), è già andata in frantumi sull'ennesima spartizione di poltrone mal riuscita. Cannito se ne assuma la responsabilità. "


Redazione



consiglio-comunale cascella







Comitangelo risponde a Mele: "Noi di Forza Italia siamo per lei un'ossessione"

Parco degli Ulivi a Barletta, i volontari tornano per innaffiare gli ulivi piantati