martedė 20 agosto 2019


Ultimissime:


Cronaca
mercoledė, 23  gennaio 2019



13:09:00
Picchia e rapina anziana, arrestato 27enne
L'operazione dei Carabinieri di Barletta



I Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno arrestato per rapina aggravata un giovane  barlettano di 27 anni, già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal GIP del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica. La vicenda scaturisce dalla denuncia presentata ai Carabinieri da una donna 73enne di Barletta, la quale, il 13 dicembre scorso, mentre passeggiava per la città era stata aggredita alle spalle da un uomo alto con vestiti scuri che le aveva sferrato uno schiaffo all’altezza dell’orecchio destro strappandole l’orecchino d’oro che portava al lobo, per poi dileguarsi. Nonostante le urla delle donna, dopo l’aggressione, l’uomo era riuscito a dileguarsi indisturbato. L’anziana, dopo aver superato lo spavento per quanto accadutogli, si era portata presso il Comando dei Carabinieri per sporgere denuncia.

Le immediate indagini, condotte dai Carabinieri attraverso un’accurata visione delle immagini dei filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti nel luogo del reato, permettevano ai militari di notare pochi attimi prima del fatto, un ragazzo dalle fattezze fisiche e dai vestiti pari a quelli descritti dalla denunciante che la seguiva. La conoscenza dei pregiudicati del luogo permetteva ai Carabinieri di indentificare il sospettato e di eseguire nei suoi confronti una perquisizione  domiciliare nel corso della quale venivano rinvenuti gli indumenti indossati dello stesso all’epoca dei fatti, corrispondenti a quelli descritti dalla vittima e ripresi dalla telecamere, mentre la refurtiva non veniva trovata. Il G.I.P. di Trani a seguito della richiesta del Pubblico Ministero che ha coordinato le indagini dei Carabinieri, concordando appieno con le risultanze investigative ed in particolar modo evidenziando la spregiudicatezza e la pericolosità del fatto, in quanto commesso senza remora alcuna nei confronti di una persona anziana e quindi particolarmente vulnerabile, nonché per le modalità di tempo e di luogo in cui l’azione criminosa è stata portata a termine, emetteva nei confronti del giovane un provvedimento di custodia cautelare in carcere per rapina aggravata, immediatamente eseguito dai militari operanti. Per il giovane, già gravato da precedenti specifici,  si sono così aperte le porte della  Casa Circondariale di Trani.
 


Redazione



carabinieri rapina anziana violenze





Concerto benefico “Non sono Mimì…ma”, omaggio a Mia Martini

In campo nel ricordo di Ruggiero Napoletano