mercoledė 22 marzo 2023




Ultimissime:


Attualita
sabato, 24  dicembre 2022



08:30:00
Stabilizzati 352 dipendenti della Asl Bt
Dimatteo: "Abbiamo raggiunto più obiettivi con questa importante delibera di stabilizzazione"



Sono 352 i dipendenti della Asl Bt stabilizzati con delibera n.1901 approvata oggi 23 dicembre. Si tratta di 221 infermieri, 78 operatori socio sanitari, 14 dirigenti medici, 9 collaboratori professionali amministrativi, 6 tecnici di laboratorio, 6 biologi, 4 assistenti sanitari, 4 psicologi, 2 ostetriche, 2 tecnici di radiologia, 2 educatori, 1 logopedista, 1 collaboratore tecnico professionale, 1 tecnico della prevenzione e 1 farmacista: tutti hanno i requisiti per la stabilizzazione previsti dall'ex art. 20 comma 1 D. Lgs. 75/2017 e dell'ex art.1, comma 268 della legge 30.12.2021 n.234. 

La Regione Puglia con DGR n.1980 del 22.12.2022 ha preso atto del Piano dei Fabbisogni 2021/2023 della Asl Bt approvato con delibera n.1837/2022 e pertanto ha consentito alla Asl di procedere con le stabilizzazioni: il personale con contratto a tempo determinato in scadenza al 31.12.2022 ma in possesso dei requisiti per la stabilizzazione è stato prorogato al 30.1.2023. 

"Abbiamo raggiunto più obiettivi con questa importante delibera di stabilizzazione - dice Tiziana Dimatteo, Direttrice Generale Asl Bt - abbiamo garantito stabilità lavorativa a tutto il personale che ha maturato i requisiti per convertire il contratto da determinato a indeterminato, abbiamo garantito stabilità di assistenza a tutti i nostri cittadini perché ognuno di questi 352 dipendenti occupa un ruolo importante nel nostro percorso di diagnosi e cura e abbiamo garantito continuità alle strutture di riferimento, unità operative di assistenza e servizi amministrativi, che hanno contato sull'apporto lavorativo di ciascuno di questi dipendenti negli ultimi mesi. A tutti loro facciamo i nostri migliori auguri di buon lavoro".  


Redazione



ospedale







"Ti chiamerò... Pinocchio": in scena a Barletta in favore dell'AIL BAT

Dati ISTAT, sen. Damiani: "Famiglie e imprese hanno maggior serenità "