venerdė 1 luglio 2022




Ultimissime:


Attualita
sabato, 5  marzo 2022



08:00:00
"Libere e partigiane. Donne oltre la Resistenza": incontro per l'8 marzo
Organizzato dall'ANPI Barletta, ARCI “Carlo Cafiero”, in collaborazione con CGIL Bat e UdS Barletta



Libere e partigiane. Questi i due aggettivi che saranno punti fermi dell’evento organizzato per l’8 marzo alle ore 17:30 presso la Sala Conferenze del Castello di Barletta dalla sezione ANPI “Dante Di Nanni” e dall’ARCI “Carlo Cafiero”, in collaborazione con CGIL Bat e UdS Barletta.

L’evento, che si terrà in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, mira ad aprire una riflessione che sia in grado di guardare al passato, alle donne partigiane, parte attiva e fondamentale della Resistenza, ma anche di comprendere le lotte portate avanti per ottenere pari diritti e libertà nel corso dell’ultimo secolo e di quanto ancora queste lotte siano fondamentali e al centro del dibattito odierno. Anche oltre la Resistenza come fatto storico, le donne che lottano per i propri diritti lo fanno scegliendo da che parte stare, continuando ad essere partigiane, con l’obiettivo unitario di essere libere, tutte.

L’evento Libere e partigiane - donne oltre la Resistenza, moderato da Marco Cassatella, vedrà infatti intervenire:
Serena Lamonaca, vicepresidente della sezione ANPI di Barletta,
Valeria Modugno, direttivo del circolo ARCI “Carlo Cafiero”,
Dora Lacerenza, Segretaria Provinciale CGIL Bat,
Dalila Lamonaca, attivista dell’Unione degli Studenti - Barletta,
incursioni artistiche a cura di Michela Diviccaro, in modo da aprire un dibattito in grado di guardare ai temi storici ma anche studenteschi e lavorativi, culturali e sociali.

Nel corso della serata sarà possibile tesserarsi alle associazioni ANPI e ARCI. Per garantire il rispetto dei protocolli vigenti è previsto l’ingresso libero fino ad esaurimento posti, con green pass e mascherina ffp2.


Redazione



cgil ANPI donne arci







Vaccini anti-covid nell'Asl Bt, il 61% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale

"Noi diciamo No alla guerra": un cartello sulle vetrine a Barletta