martedė 25 giugno 2019


Ultimissime:


Politica
lunedė, 18  marzo 2019



19:55:00
Mennea su turismo per persone con disabilità
Vogliamo che la Puglia diventi la prima regione d'Italia di questa tematica



“Vogliamo che la Puglia diventi la prima regione d’Italia ad occuparsi dell’accesso ai luoghi di interesse turistico e culturale da parte delle persone con disabilità. Per questo ho presentato una mozione al presidente del Consiglio regionale con la quale ci rivolgiamo alle circa 80 milioni di persone con disabilità presenti in tutta Europa, per un importo di 4 miliardi di euro di valore per il turismo (se consideriamo gli accompagnatori)”. Lo dichiara il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, che ha presentato insieme ai colleghi Fabiano Amati, Sergio Blasi, Napoleone Cera, Gianni Liviano e Donato Pentassuglia una mozione con la quale si prevede l’adesione della Regione Puglia alla sperimentazione del progetto “Bandiera Lilla” per la realizzazione di aree turistiche adeguatamente attrezzate per i disabili. Con la mozione – che dovrà essere vagliata dal Consiglio regionale – si impegna la Giunta a sensibilizzare e promuovere percorsi per un turismo accessibile a tutti, ispirandosi ai principi e all’esperienza del progetto “Bandiera Lilla”, in quanto ciò potrebbe rappresentare uno strumento in grado di coniugare il sostegno e la promozione sociale con il marketing turistico, operando sia in una prospettiva di funzione sociale sia di rilancio dell’economia. Di conseguenza, dovranno essere sensibilizzate anche le amministrazioni comunali della Regione Puglia ad aderire a tali percorsi, agevolando inoltre la concessione dei permessi necessari alla realizzazione di un turismo accessibile a tutti. 
“Il nostro obiettivo è fare della Puglia la regione più accessibile d’Italia e d’Europa per tutti i disabili. Si tratta – conclude - di una scelta di grande civiltà per migliorare la vita dei disabili e, di conseguenza, di tutti”


Redazione








Convegno “Dipende da te. I giovani nella rete della vita”

Recupero e ristrutturazione della palazzina comunale ex Omni