domenica 16 dicembre 2018


Ultimissime:


Politica
lunedė, 21  maggio 2018



13:33:00
Delvecchio: "Barletta Città della Cultura"
Il candidato sindaco del centro-sinistra punta sulla cultura



“Ha rappresentato una occasione per riscoprire il patrimonio culturale e artistico cittadino nell’inedita versione notturna la ‘Notte europea dei musei’ che ha visto anche Barlettaaderire all’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali. Bisognerebbe sempre intendere la cultura come occasione di crescita e la nostra città ha tutte le potenzialità per poter rappresentare uno dei fiori all’occhiello del Paese sotto questo punto di vista. Ecco perché occorre innanzitutto puntare a una destagionalizzazione dell’offerta turistica che non si concentri esclusivamente nel periodo estivo ma che possa fornire opportunità  365 giorni l’anno. Affinchè ciò sia possibile si deve tuttavia porre rimedio a problematiche che ostacolano uno sviluppo turistico organico e omogeneo. Basti pensare a Canne della Battaglia: l’inestimabile patrimonio del parco archeologico e dell’Antiquarium meritano una soluzione definitiva alla cronica carenza di personale. Non è sufficiente adottare soluzioni temporanee che, di volta in volta, con l’ausilio delle associazioni di volontariato, consentano la fruibilità dell’area nelle giornate festive. Il confronto avviato già dalla precedente Amministrazione con i responsabili del Polo del Museale Pugliese e del Ministero dei Beni culturali merita di essere portato avanti con determinazione condividendo le criticità e individuando definitivamente una soluzione che consenta al sito di restare aperto sette giorni su sette e poter così soddisfare le richieste dei tour operator interessati a inserire nei circuiti turistici internazionali il sito storico ma anche a beneficio degli stessi cittadini. In quest’ottica deve proseguire anche l’azione di valorizzazione del Castello, con il rinnovato allestimento del Lapidario e di Casa De Nittis che ha conferito ancor più prestigio al Palazzo Della Marra, così come per il teatro comunale “Curci”. Ma non basta, perché per far vivere appieno i luoghi della cultura bisogna animarli. I primi a farlo devono essere i residenti ai quali è giusto garantire l’ingresso gratuito ai beni culturali di Barletta: diventeranno così loro stessi i promotori di un messaggio di rilancio in grado di attrarre nuovi visitatori. La vera sfida per la città resta tuttavia proprio quella della storica Disfida. E’ vero, le limitate risorse economiche dettate anche dai vincoli della spending review non hanno permesso di far rivivere lo storico evento nei fasti del certame, è anche vero però che negli ultimi anni la città ha riscoperto il gusto e il fascino dell’evento che tra storia e leggenda la rende celebre. Proprio per questo, è necessario fare della Disfida un elemento caratterizzante: ai tradizionali appuntamenti di febbraio e settembre è indispensabile aggiungere un richiamo costante alla storica battaglia che rappresenti un tratto distintivo della città. Insomma, una sorta di “marchio di fabbrica” in grado di rappresentare un valore aggiunto per una Disfida che duri tutto l’anno. Per fare in modo che ciò sia possibile è indispensabile il supporto delle associazioni che tanto hanno già fatto per la nostra città ma anche ancora tanto possono fare: contiamo su di loro affinché insieme si faccia squadra. E anche questa è una sfida che ci sentiamo pronti ad affrontare”.

Dino Delvecchio (Candidato Sindaco centro-sinistra)


Redazione



DINO-BENEDETTO-DELVECCHIO elezioni-amministrative ELEZIONI-COMUNALI





Un Patto per lo sviluppo sostenibile e occupazionale

Barletta si prepara a festeggiare Santa Rita