martedė 22 gennaio 2019


Ultimissime:


Cronaca
mercoledė, 9  gennaio 2019



18:47:00
Denunciati due fratelli barlettani per tentata truffa
Il fatto a San Michele Salentino in provincia di Brindisi



Hanno simulato dei danni sul veicolo appena acquistato, chiedendo un risarcimento. Ma il mezzo in realtà era in normali condizioni di usura. Per questo due fratelli, un 43enne e un 42enne, entrambi di Barletta, sono stati denunciati a piede libero per truffa in concorso dai carabinieri della stazione di San Michele Salentino. 

L’indagine è partita da una denuncia sporta da un 46enne del luogo, legale rappresentante di una società specializzata nel trasporto di veicoli con bisarche da e verso la Puglia. I due acquirenti, dopo aver acquistato un’autovettura consegnatagli dalla citata società di trasporto, hanno simulato danni al veicolo per un valore di 8mila euro, facendo emergere, con l’inganno, che fossero preesistenti alla consegna del mezzo. 

I militari hanno dovuto ricostruire tutto il percorso storico della vita del veicolo, coinvolgendo quindi anche i precedenti proprietari. AL termine degli accertamenti è stato accertato che i danni che i danni contestati dagli acquirenti erano in realtà inesistenti. Tant’è che gli stessi, alla consegna, non hanno mosso alcuna contestazione. 



Brindisi Report



Barletta brindisi truffa san-michele-salentino





Calcio, Barletta-Alto Salento si recupera giovedì 17 gennaio

Tra fattura elettronica, Saldo e Stralcio è caos fiscale in Puglia