mercoledė 16 ottobre 2019


Ultimissime:


Politica
venerdė, 20  settembre 2019



19:52:00
“Keep plastic e salva il mare”, al comune di Barletta il primo premio
Importante riconoscimento per la città



I cittadini sono stati i protagonisti di una gara per l’ambiente, “Keep plastic e salva il mare”, a cura della regione Puglia, assessorato all’Ambiente, Corepla e Ager,  che ha coinvolto, dal 22 luglio al 18 agosto, diversi comuni in Puglia:  Barletta, Molfetta, Manfredonia, Brindisi, Castellaneta e Santa Cesarea; 
una gara in cui a vincere è stato il comune che, in quel periodo, ha registrato un incremento percentuale nella raccolta degli imballaggi in plastica rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. La città più 
virtuosa è stata Barletta con un +10%.

Per questo, stamani, a Bari, presso il padiglione 150 della Fiera del Levante, affollato di bambini e rappresentanti istituzionali, il sindaco Cosimo Cannito e l'assessore all'ambiente Ruggiero Passero,  sono stati premiati dal presidente Michele Emiliano e da Al Bano Carrisi con una targa, mentre in città arriveranno tre panchine, due fioriere e due cestini realizzati in plastica riciclata.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Stea, il direttore di Ager Gianfraco Grandaliano e il presidente di Corepla Antonello Ciotti.

Il ministro Boccia ha avuto parole di apprezzamento per i sindaci dei comuni che, come Barletta, si impegnano in questi progetti segnando la “rotta” da seguire e ha definito quello pugliese un esempio virtuoso da portare in giro per il Paese.

Il presidente della regione Emiliano ha ribadito l’impegno dell’istituzione che rappresenta a fare della Puglia un luogo speciale con l’aiuto delle nuove generazioni.

“Questo premio ci riempie di responsabilità, noi ne siamo onorati ma, soprattutto, abbiamo il dovere di continuare a crescere e lavorare perché la cultura non solo della raccolta differenziata, ma del riciclo e del riuso diventi vita quotidiana, abitudine”, hanno detto il sindaco Cannito e l’assessore Passero.

“Questo è un altro piccolo risultato dell’impegno che l’Amministrazione comunale sta portando avanti sulle tematiche ambientali in città – hanno aggiunto il primo cittadino e l’assessore - e presto avremo i risultati 
analitici anche del materiale raccolto in mare dai nostri pescatori, nell’ambito del progetto Fishing for litter, nel quale è coinvolta anche la Bar.s.a. che gestisce i servizi ambientali in città; mentre a ottobre partiremo con il biomonitoraggio delle unghie dei bambini”. “Queste sono soltanto alcune delle azioni messe in campo dall’Amministrazione comunale – hanno concluso Cannito e Passero - che lavora al fianco delle  associazioni ambientaliste e a loro supporto per monitorare costantemente lo stato di salute dell’ambiente in cui viviamo”.


Redazione








La Disfida di Barletta in diretta TV su Amica 9

L'Istituto per il Medioevo a Barletta