lunedė 20 maggio 2024




Ultimissime:


Attualita
giovedė, 4  aprile 2024



20:17:00
Che fine ha fatto il Green Park di via Rossini a Barletta?
La segnalazione di una cittadina



Ci troviamo a Barletta in un luogo che da tempo sembra essere abbandonato, il Green Park di via Rossini. La segnalazione giunta alla nostra redazione è di una cittadina residente in zona: “Negli anni è stato praticamente abbandonato, abbiamo anche segnalato il tutto alla Polizia Locale di Barletta. La situazione non riguarda solo lo stato di abbandono. In via Rossini il sabato c’è anche il mercato e gli alberi qui presenti sembrano pericolanti oltre che si presenta una situazione di sporcizia che in realtà non dipende dallo svolgimento stesso del mercato.”  
 
Dalle foto allegate si può osservare anche la situazione del terreno di gioco che secondo quanto raccolto dalla nostra redazione dovrebbe essere inutilizzato da ormai molti anni.
 
Nel 2020 il comune di Barletta aveva pubblicato 5 bandi per la gestione in concessione quinquennale di alcuni impianti sportivi in città tra i quali emergeva per l’appunto il Green Park di via Rossini per una base d’asta pari a 25 mila euro (appalti.comune.barletta.bt.it/PortaleAppalti/do/FrontEnd/DocDig/downloadDocumentoPubblico.action;jsessionid=70EF746C144DAB0E2D4AB613BB0DD849.elda?id=421&idprg=)

Dopo anni di silenzio in consiglio comunale era stato il Partito Democratico e la consigliera di Con Rosa Tupputi a porre l’attenzione sul tema richiedendo una “riunione del consiglio comunale sugli impianti sportivi del Comune di Barletta” e ricevendo una relazione descrittiva del Dott. Luigi Lafriandra, Responsabile del Servizio Sport, Pubblica Istruzione e Politiche Abitative, il quale del Green Park scriveva il 6 novembre 2023: “Va evidenziato che il TAR PUGLIA, nel maggio del corrente anno, ha respinto il ricorso numero di registro generale 1216 del 2022, per l'annullamento - della Determinazione Dirigenziale del Settore Pubblica Istruzione Sport e tempo libero n. 1085 del 26/07/2022, notificata il 23.09.2022, avente ad oggetto “Revoca in autotutela ex art. 21 quinquies della L. 241/1990 del bando di gara avente ad oggetto l'affidamento in concessione della gestione dell'area verde attrezzata denominata “Green Park”. A seguire si fa presente che in data 19.7.2023 con protocollo n. 55937, il servizio sport ha inviato una nota al precedente gestore dell'impianto fissando apposita giornata per la riconsegna chiavi dell’impianto sportivo. Il rappresentante legale, ha informato il suddetto servizio come fossero in corso i lavori per la pulizia del sito e l'eliminazione di qualsiasi fonte di pericolo di incendio. Lo stesso ha altresì informato questo ufficio che, fino alla consegna della struttura, avrebbe provveduto alla custodia e alla pulizia dell'immobile. Tutte le predette informazioni sono state inviate dal rappresentante legale, per mezzo del suo legale, con nota qui introitata in data 27/7/2023 protocollo n. 58546. Con nota del 29.8.2023 prot n. 65369, lo stesso rappresentante per mezzo del suo legale, ha richiesto ulteriore tempo per poter svuotare l’impianto sportivo da lui precedentemente gestito. Nella medesima missiva è stata chiesta una proroga di ulteriori gg. 30 per adempiere al rilascio della struttura de qua e, nelle more, ha richiesto di fissare un incontro per poter verificare la possibilità di una risoluzione bonaria della controversia in atto. In riferimento alla suddetta sentenza, oltre che a seguito del rientro in possesso dell’immobile e previa analisi tecnico-amministrativa, l'ufficio istruirà l'iter adeguato da avviare per la valorizzazione dell'impianto sportivo in questione, nei tempi e nei modi ritenuti più vantaggiosi per l'ente e coerenti con il carico di lavoro delle unità in servizio." http://videohelper.consiglicloud.it/attachment/VlNjMWxGSlNyTFk9/elFFVkpVWENvYTA9/Proposta_n_123.pdf
 
Dal 6 novembre 2023 ad oggi nulla si è mosso, ma da Palazzo di Città fanno sapere di essere al lavoro per ridonare alla collettività una struttura importante per tutto il quartiere Borgovilla.
 


Giuseppe Schiavone










I tifosi barlettani salutano il loro fratello Pedro Digiorgio

Barletta Calcio, saluta Bramati, stesso destino per Schelotto?