lunedė 20 maggio 2024




Ultimissime:


Attualita
lunedė, 26  febbraio 2024



20:20:00
I Liberi Agricoltori Barlettani in corteo: ”Difendiamo la nostra dignità e quella di tutti"
Domani tappa a Bari per incontrare il Presidente Emiliano



Nuova manifestazione, nuovo presidio ma questa volta un corteo per le strade di Barletta. I protagonisti sono sempre loro, i Liberi Agricoltori Barlettani in compagnia delle rappresentanze di San Ferdinando, Trinitapoli, Margherita di Savoia e Minervino Murge. Questa volta, i trattori restano fermi in piazza Aldo Moro per percorrere a piedi le vie del centro città:” Abbiamo scelto di svolgere un corteo per sensibilizzare la cittadinanza – spiega Ruggiero Tanzi- parecchi commercianti si vogliono unire a noi ma noi manifestiamo per le nostre cause, se sono maturi i loro tempi possono scendere in piazza per le loro problematiche perché quelle che ci sono non sono solo del mondo agricolo.”
“Alla fine -afferma Riccardo Roggio- il nostro è un problema che coinvolge tutti, perché tutti devono sapere cosa spetta ai nostri figli e ai nostri nipoti; se non lottiamo adesso, il futuro a chi lo lasciamo in mezzo alle mani?”
Domani martedì 27 febbraio gli agricoltori della Bat saranno a Bari, come afferma Ruggiero Tanzi: “Speriamo di essere ricevuti alla Regione, domani si vedrà. Porteremo il nostro dissenso e le nostre proposte a chi ci governa. Speriamo di avere delle risposte valide alle nostre domande e non solo domande fatte a noi. Le nostre sono ben stillate: da una parte le problematiche europee: green deal, farina, grilli e altro ancora, dall'altra quelle locali legate a carenza di acqua, di sicurezza per le campagne, abbandono quasi totale della pulizia delle strade…”.

Gli agricoltori non si fermeranno nel caso in cui la politica Regionale non dovesse intervenire, come fatto lo scorso 23 febbraio: “La prossima mossa sarà unirci con le città delle altre regioni per manifestare la nostra dignità di agricoltori a Roma, anche perché a livello locale, la nostra dignità (la politica ndr) la stanno portando alla morte”, conclude Riccardo Roggio.

Alcuni commercianti del centro città hanno accolto la richiesta di questa mattina del sindaco Cosimo Cannito abbassando le saracinesche a metà in segno di solidarietà agli agricoltori.
 


Giuseppe Schiavone



agricoltori trattori







Per i biancorossi un pari e tanta rabbia

Batticuore Grimal: vittoria importantissima a Brindisi